Mamma Ultrà

Il calcio di provincia

Il calcio è calcio ovunque: ci sono tante differenziazioni dal punto di vista delle categorie sia societarie che di campionato ma è sempre uguale la passione che anima i ragazzi in campo.Per tutti la trasferta in campo avversario rappresenta una sfida e a maggior ragione quando i campionati prevedono squadre di città e di provincia.Non c'è niente da fare: tu per loro vieni dal paesello come se fosse una connotazione negativa.Da piccoli l'atteggiamento è quello un pò spaesato :  due ore di pulmann l'adrenalina della partita e il posto nuovo influiscono sulla tua prestazione.Ma da adolescenti la situazione cambia: la strafottenza è una peculiarità sia che tu venga da una città che da un paesino di quattromila anime, hai l'esperienza di anni di pallone hai la malizia del giocatore e per ultimo ma non meno importante ora hai i baffi e la barba. I ragazzi scendono dal pulmann e cambiano totalmente le loro espressioni facciali: la cattiveria agonistica dipinta in faccia la strafottenza ai massimi storici.Nel momento in cui entrano in campo per il riscaldamento sono serissimi, si studiano da lontano ma non si vede un sorriso sembrano molto concentrati su quello che stanno facendo.Poi arriva il momento dello schieramento delle squadre al centro campo e ancora non si sono guardati in faccia .L'arbitro fa fare testa e croce ai due capitani che si guardano in faccia con una espressione degna di Ivan Drago del miglior Rocky 4 e finalmente tutti i giocatori di entrambe le squadre si stringono la mano.Ecco quello è il momento cruciale di tutta la partita : compaiono dei sorrisi smaglianti sui volti di una finzione facilmente riconoscibile anche da lontano, addirittura i più temerari lanciano bacetti all'avversario gettando l'amo per una sfida di tutto rispetto ! Poi tu spettatore dagli spalti non sai e non saprai mai quello che loro si dicono marcandosi e alla fine se vincono quelli di città è stata colpa dell'arbitro che stava dalla loro parte e se vincono quelli del paesello è festa grande!!!!  

Natascia Casciani