Mamma Ultrà

I no che non aiutano a crescere

Tutti sono fissati con la necessità dei no che favoriscono la crescita.La Mamma ultrà è d'accordo  ma i no per lei devono essere motivati.Ogni qual volta si manifesta l' esigenza di dire un no va aperta una discussione che può anche durare ore e ore e ore persino giorni perchè si sa gli adolescenti sono molto testardi ...ma le mamme ultrà non sono da meno.Quindi è indubbiamente vero che quando ricevono un no fuori casa rimangono perplessi perchè hanno bisogno di una motivazione ,una relativa discussione e un raggiungimento di un compromesso o di una accettazione consapevole.I no ci sono ovunque nella vita di tutti i giorni nella scuola come nel calcio ma non si può partire dal presupposto che i ragazzi di oggi non accettano rifiuti bensì hanno solo bisogno di essere aiutati nella comprensione altrimenti la ribellione che è insita nell'età si alimenta a dismisura.Quindi un brutto voto va motivato laddove naturalmente è necessario, un sabato senza discoteca pure e una partita in panchina anche.E' così che ci si abitua al dialogo confrontandosi su ogni argomento e per le mamme ultrà non è una fatica : siamo logorroiche e insistenti di natura con le nostre continue domande:" come è andata a scuola?ti hanno interrogato? e la partita ?e l'allenamento ?hai mangiato? "e anche se le risposte sono monosillabi e tardano ad arrivare noi tutti i giorni le ripetiamo. Molto spesso parliamo da sole ma è piacevole lo stesso è una sorta di allenamento e quindi quando arriva la lunga litigata per il no noi siamo felicissime!

Natascia Casciani