Mamma Ultra'

Le interviste della Mamma Ultra'

INTERVISTA A NADIA MENGARELLI

Come prima protagonista della nuova rubrica della “Mamma Ultrà” vi presento Nadia Mengarelli,37 anni, felicemente sposata con un dirigente sportivo anch’egli appassionato di calcio, due figli la maggiore di 15 e il minore di 12 anni,neo-calciatore, allenatrice di scuola calcio della società di calcio “Romeo Menti” di Allerona Scalo (TR),e fino all’anno passato calciatrice di calcio a 5 nel ruolo di pivot.
Vive il calcio a tutto tondo e da diverse prospettive:da mamma,da allenatrice,da calciatrice e da tifosa.
 
Nadia come è nata la tua passione per il calcio?
La passione per questo sport me l’ha trasmessa mio padre,tifoso della Lazio.
Andavo allo stadio con lui:la mia prima partita è stata “Lazio-Juve”all’età di 16 anni….naturalmente sono una tifosa sfegatata della Lazio.
Sin da piccola ho sempre giocato con la società “Romeo Menti”poi ho avuto i miei figli ed ho smesso .Quando ho ripreso non siamo più riuscite a fare una squadra e dopo una pausa forzata a causa di una rottura al crociato in un torneo estivo,  negli ultimi due anni ho giocato con Orvietana fc .Quest’anno non gioco e alleno soltanto.
 
Da quanto tempo fai l’allenatrice?
Alleno da cinque anni: tre anni la categoria pulcini e un anno i Piccoli Amici .
Ho preso il patentino UEFA B frequentando un corso composto da 39 uomini e 2 donne.
Adoro allenare i bambini piccoli perché il loro entusiasmo nei confronti di questo sport è autentico e libero da qualsiasi vincolo.
Sono completamente liberi di far uscire le loro personalità sia negli allenamenti che nelle partite .
Capita talvolta che durante l’allenamento qualche bimbo si avvicini per un abbraccio….lo sport è anche questo: la possibilità di esprimere le proprie emozioni.
 
Come concili la tua vita con il calcio?
E’ indubbiamente faticoso far quadrare la giornata con tutti gli impegni.
Sono stata fortunata ad allenare la squadra di mio figlio perché comunque lo avrei dovuto accompagnare lo stesso sia agli allenamenti che alle partite .
Per il resto : due pomeriggi alla settimana allenamenti dei bambini più la partita durante il fine settimana.
Due sere la settimana allenamenti miei dalle 8:00 alle 11:30 più una partita il fine settimana.
Mio marito,dirigente sportivo della società “Romeo Menti” di Allerona Scalo mi ha sempre sostenuto, incoraggiato ed anche aiutato nella gestione familiare ragion per cui sono riuscita a portare avanti la mia passione .
Che rapporto hai con le mamme ultrà?
Viviamo in una piccola realtà e quindi ci conosciamo tutti .
Le mamme si affidano completamente a me e questa fiducia conferisce serenità al mio ruolo.
I bambini sono piccoli e quindi non ci sono tutte quelle pressioni che subentrano crescendo, di conseguenza il divertimento è alla base del mio lavoro.
Tu sei una mamma ultrà?
Sono molto contenta che mio figlio pratichi questo sport, quando l’ho allenato l’ho sempre trattato nello stesso modo degli altri, lo seguo e sostengo sempre .
Sugli spalti sono molto silenziosa sia perché essendo una calciatrice so quanto possano disturbare le urla nel campo sia perché rispetto il lavoro di chi sta in panchina e non mi permetto di interferire
Anche la figlia maggiore è naturalmente coinvolta nella nostra vita calcistica ..e viene volentieri allo stadio .
 
Complimenti a Nadia Mengarelli per sua positività e per riuscire a portare avanti una passione che condivide con tutta la sua famiglia: unico neo….il marito è tifoso della Juve e le partite “Lazio –Juve” creano dissidi!!!!!

Natascia Casciani