Mamma Ultrà

L'Agonismo

L'agonismo è una dote ..ci si nasce ,non si impara con il tempo .

Si denota fin da piccoli l'indole dell'agonista: lo riconosci subito è quel piccolino che corre nel parco giochi per andare per primo sull'altalena, è quello che litiga con la sorella per il posto davanti sulla macchina , è quello che a scuola nelle gare deve essere sempre il primo, è quello che lancia sfide per qualsiasi cosa.

Quando scopre il calcio l'agonista ha trovato il suo mondo: ci sono classifiche da tenere sotto controllo, sfide da vincere ogni settimana e superare i propri limiti tiene sempre attiva l 'adrenalina che è la ninfa vitale dell'agonista.

Tu Mamma Ultrà non sai cos'è l'agonismo :tu sei la numero uno della mediazione e del compromesso.

Tu metti le paci tra fratelli, tu cerchi di insegnare che la vita non è tutta una sfida con il prossimo e quindi è meglio fare i turni per i giochi e imparare la pazienza e l'attesa, tu intercedi con gli insegnanti promettendo più studio e interesse per la scuola ....tu non accetti sfide.

Ma la Mamma Ultrà non ha ben compreso che nel calcio non ci sono compromessi, questo sport è una gara dove l'agonismo la fa da padrone.

E quindi bisogna adeguarsi alla situazione e lanciare sfide potrebbe diventare un modo per ottenere risultati anche in altri ambiti come quello scolastico....ma non funziona perchè poi l'agonismo con il tempo si cronicizza nel calcio e di adrenalina basta quella .

 

 

Natascia Casciani