The Last Live (Is Life)

Questo è in concetto che in realtà ho già scritto da qualche parte, però ci tengo a riproporvelo: è qualche tempo che il numero 29 non fa altro che girare intorno alla mia vita. A 29 anni me ne sono andato via da Lucca. Poco tempo fa, ad una prova del corso di formazione che seguo, ho preso il simbolico voto di 29 su 30, che fa sempre piacere anche se, di fatto, era solo un simbolo. E poi c'è oggi, questa data: 29 mesi fa è partita la mia avventura con Radio Svolta. 29 mesi che sembrano quasi 29 secoli perché nel frattempo è passata talmente tanta acqua sotto i ponti da poterci riempire un oceano Quanti programmi ho condotto? 4-5? E poi le interviste, le serate nei locali, le dirette speciali. Vi ricordate quando io e Guido andammo ad intervistare i Gipsy Kings? E' tutto talmente assurdo da sembrare un film di fantascienza, specie se si pensa che il protagonista di questo film sono io. Il solo pensiero di parlare dentro un microfono o davanti ad un gruppo di persone era una possibilità che prima di 29 mesi fa non riuscivo a concepire nemmeno per scherzo. Chi è timido, chi sta attento a selezionare le parole quando si tratta dei rapporti sociali perché ha paura di dire una cazzata o di fare brutta figura, capirà di cosa sto parlando.

Eppure ce l'ho fatta. Attraverso le parole di un blog, le canzoni scelte per la gente che ci ha ascoltato, io ce l'ho fatta. E sono passati 29 mesi, sempre qua, sempre insieme.

Fino ad oggi. Perché questo che state leggendo è il mio ultimo post e il mio ultimo contributo per Radio Svolta. Una volta premuto il tasto "salva" io non ci sarò più, come già i miei colleghi ed amici sanno.

Scommetto che alcuni di voi non se l'aspettavano eh? Specie dopo il preambolo iniziale.

Mi sono reso conto nel corso degli anni che io sono fatto così: carico sempre un po' le cose prima di dirle veramente, le enfatizzo. A volte è un bene, a volte è un male, a volte è un modo per difendersi.

Ad ogni modo: lascio non per screzi, rancori o insoddisfazione, tutt'altro. E' una scelta che ho preso perché mi stavo rendendo sempre più conto di come spesso i miei ultimi ALBUM o alcuni di questi post stessero diventando troppo meccanici, forzati, senza passione. Ho capito allora che la mia passione stava andando verso altri posti, altri interessi. E' alla ricerca di qualche cosa di nuovo e questo qualche cosa si sta delineando sempre di più all'orizzonte. Non vi dirò di cosa si tratta. Per anni ho sempre sbandierato al mondo idee e sogni che non concretizzavo mai, solo per il gusto di rendermi interessante davanti agli altri. Da quando taccio invece riesco a fare molte più cose, per cui ho le labbra sigillate. Però vi posso garantire che c'è davvero dell'altro. E allora preferisco dare un taglio adesso, prima che veramente tutto diventi troppo di routine. Non voglio sporcare una cosa così bella come la radio. Non è giusto.

Radio Svolta è stata e sarà sempre una delle esperienze più significative della mia esistenza. Un vero e proprio spettacolo di vita, di quelli che ho cercato di raccontare in questo spazio, sperando, talvolta, di esserci riuscito. Non voglio fare un elenco di tutte le persone che ho conosciuto, di tutti coloro che ho avuto il privilegio di chiamare colleghi/e perché altrimenti diverrebbe un elenco della spesa di addii e risulterebbe stucchevole. Voglio solo poter dire loro un gigantesco grazie, per il poco o tanto tempo che abbiamo avuto il piacere d'unire le nostre voci dentro lo stesso microfono. Grazie a tutti quelli che sono passati, grazie a tutti quelli che sono rimasti lì e stanno inaugurando la nuova sede con cui iniziare una splendida 4° era di questa realtà. Buon futuro, che sia il più luminoso possibile.

Grazie a Guido, perché ha creduto sempre in me anche al posto mio e mi ha concesso un'opportunità che si è trasformata in una vera e propria lezione di vita.

E sopratutto grazie a chiunque di voi abbia letto e ascoltato quello che avevo da dire e quello che volevo far sentire. Se una sola persona avrà trovato interessante un brano trasmesso e ha scoperto qualcosa di nuovo, allora la mia missione è compiuta.

Con stima, affetto e gratitudine,

Luke.

Fine delle trasmissioni.

 

"Casomai non vi rivedessi...buon pomeriggio, buona sera e buona notte." (Jim Carrey, "The Truman Show")

 

Luke

Video